Emanuela Emanuela

L'Ispirazione

L'ispirazione 

Credo che l'ispirazione per un opera, qualunque essa sia scultorica, pittorica e via di seguito, sia essenzialmente personale con influenze culturali, sociali e ambientali, quest'ultime derivate dal periodo storico in cui si vive.
La ricerca individuale dell'ispirazione è da imputare all'artista che vuole operare, alla sua sensibilità, al suo modo d'intendere la pittura, ad un soggetto che sia più vicino al suo stile pittorico.
Certo un bravo pittore si pensa possa dipingere di tutto e questo potrebbe essere vero dal punto di vista pratico, cioè dalla riuscita della realizzazione dell'opera in questione, però, credo, che la differenza tra un opera ispirata ad una realizzata per altri motivi stia nella soddisfazione individuale dell'opera fatta. Com' è altrettanto vero che molti artisti alla fine scelgono una strada da seguire, uno stile anzichè un altro, ognuno cerca il suo modo d'intendere la pittura per differenziarsi dagli altri o, soltanto per lasciare il segno di una diversita che d'altronde è insita in qualsiasi persona e se pensiamo che ogni essere umano ha delle caratteristiche proprie, un suo modo di pensare, di vivere, una recettività diversa alle influenze esterne ci viene assolutamente naturale pensare che ogni artista abbia un suo modo di dipingere e di vedere la realtà in maniera diversa dagli altri pittori.
Certamente molti artisti si riconoscono nelle varie correnti pittoriche e in uno stile influenzato da fattori esterni però non credo che ci siano artisti che abbiano mai prodotto opere simili.Se diamo uno sguardo al passato, alle epoche trascorse ci accorgiamo come ogni epoca abbia avuto dei canoni pittorici, delle linee guida, ciò per una serie di motivazioni d'ordine culturale, ambientale e sociale però ogni artista lavorava autonomamente e ogni grande artista dal, Michelangelo, al Raffaello, al Tiziano,interpretava la realtà in cui viveva in modo diverso.
Faccio solo un esempio per farvi notare quanta differenza ci sia tra la concezione dell'uomo di Michelangelo da quella del Tiziano, pur partendo dai valori della stessa epoca. Michelangelo interpreta lo sforzo del suo tempo proteso a raggiungere sogni di potenza e di sapere e lo esprime in forme atletiche e inquiete, il Tiziano è più vicino alla realtà e se da una parte utilizza fastosi volumi di vesti e d'ambienti per la grandiosità dell'epoca in cui viveva dall'altra interpreta la sottigliezza dello spirito umano e la fredda volontà in volti affilati sensibili e duri nello stesso tempo. Come questo ci sarebbero tanti altri esempi che ci portano a comprendere come ogni artista interpreta in maniera assolutamente personale l'epoca in cui vive, magari ci sono delle similitudini nell'orientamento ma, credo, mai nell'ispirazione e nel modo d'intendere la realtà circostante.
Vorrei sottolineare , pur essendo convinta che l'ispirazione sia una scelta individuale consapevole, quanto ritengo necessaria, perchè la stessa ispirazione si materializzi, la conoscenza approfondita della tecnica pittorica, senza conoscenza anche la più slpendida delle ispirazioni rimane sterile, per cui lo studio e la conoscenza delle varie tecniche può aiutarci affinchè le nostre scelte personali siano condivise e valutate non solo da noi stessi ma da un pubblico più vasto.
di Anna Fabiani


web design © 2014-2017 LonDom - all rights reserved