In evidenza "L'artista che non voleva dipingere"

"L'artista che non voleva dipingere"

 

Dall’interno del suo studio, un pittore udì il lontano rumore degli zoccoli dei cavalli,. Due cavalieri si fwrmarono davanti alla sua casa, uno dei due si attardò a legare i cavalli, l’altro cavaliere, probabilmnte un nobile bussè alla porta. Dopo aver aperto il pittore invitò il signore ad entrare, dopo uno sguardo all’ambiente, il suo sguardo si pose sul cavalletto dove c’era il dipinto che il pittore stava dipingendo. Colori eccellenti disse, non mi convince molto il soggetto. Il pittore rispose che il fatto che piacesse o no era irrilevante,  chiese se fosse venuto per ordinare dei qudri.Il signore disse che avrebbe voluto ordinare due ritratti, il suo e quello della moglie,  avrebbe msso a disposizione dell’artista una zona del suo palazzo per la realizzazione dei dipinti e aggiunse che lo avrebbe pagsto molto bene. L’artista guardò il nobile, era,sicuro di se ma non era  bello ne giovane per cui immaginò che la moglie avesse avuto più o meno la sua eta e dovesse essere bruttina. Di certo avrebbe voluto dei dipinti in cui apparissero più belli e giovani. L’artista sapva già cosa rispondere. Io dipingo quello che vedo, quello che sento, quello che credo, se dovessi dipingere voi e vostra moglie vorreste che io dipingessi cià che non vedo, quindi non posso accettare. Il nobile si adirò e disse voi non sapete quale somma di denaro perderete, l’artista rispose che nessuna somma di denaro avrebbe prmesso di fargli rappresentare ciò che non sentiva come la verità. Il giorno seguente ricevette la visita di un mercante che voleva ordinargli un dipinto per una chiesa. L’artista pensò agli schizzi che aveva fatto in Svizzera ed in Francia, erano montagne scoscese e quiete vallate ma trattandosi di una chiesa si rese conto che non avrebb potuto usare quella scene avrebbe dovuto limitarsi  a fredde e statiche figure, alla fine disse io dipingo quello che sento quello che vedo quello che credo, io sento che gente circondata da montagne e da vallate deve essere scaldata dal sole o rinfrescata dal vento, per cui non posso accettare. .Il giorno dopo venne un banchiere, sono venuto a chiedervi di dipingermi un quadro,l'artista chiese,  non saranno quadri per chiese o ritratti.  No, disse il banchiere scene storiche o mitologiche ma lascio la scelta a voi, so che dipingete meglio quando siete spontaneo. Lo farò disse l’artista finalmente qualcuno gli aveva chiesto di dipingere quello che vedeva, quello che credeva quello che sentiva. Non conosciamo molto della vita di Peter Bruegel il Vecchio, il pittore protagonista del racconto. Sappiamo che egli rifiutava di dipingere ritratti e qiuadri di soggetti religiosi, per lui era molto più interessante la vita quotidiana della gente. Gli piaceva ritrarre la natur. Uno dei dipinti commissionati dal banchiere si trova al Metropolitan Museum di New York ed è intitolato " Contadini al saccolto "Si possono ammirare i colori delicati la gente vivace ed i magnifici paesaggi.

Lucy Crossett


web design © 2014-2018 LonDom - all rights reserved