Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

I nostri dipinti

ARGOMENTO: Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 31/05/2020 15:24 #8980

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3081
  • Ringraziamenti ricevuti 812
  • Karma: 3
Cio' che accde, con la nostra mente visiva e' che essa si dirige subito all'oggetto piu' chiaro dell'immagine, in questo caso l'aglio e i riflessi del cavaturaccioli e da questi deriva la chiave sia coloristica della luce che anche quella chiaroscurale (vedi regoletta dei massimi chiari e scuri) se non trova concordanza scarta la chiave e la cerca in altri elemnti meno chiari, fino a determinarla in maniera soddisfacente.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 31/05/2020 18:13 #8982

  • Antonello Argiolas
  • Avatar di Antonello Argiolas
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 552
  • Ringraziamenti ricevuti 47
  • Karma: 0
:) :) :) :) Grazie per la spiegazione. Mi ero illuso di una regoletta magica :) :)
Hai ragione, il tema è affascinante.

Proverò a riflettere e allenare l’occhio guardando come abbiano risolto altri pittori.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 01/06/2020 14:17 #8984

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3081
  • Ringraziamenti ricevuti 812
  • Karma: 3
Antonello Argiolas ha scritto:
:) Proverò a riflettere e allenare l’occhio guardando come abbiano risolto altri pittori.

Esattamente, questo e' giusto.

Tu sai che la pittura rinascimentale, fino a quella romantica del ottocento ha privilegiato la forma, quindi il chiaroscuro. Questo e' il mondo in cui si espressero geni della pittura come Michelangelo e Raffaello. Quindi li' non troverai mai nulla di cio' che cerchi. Il massimo genio Leonardo parlo' dei colori ma non riusci' ad andare olter il fenomeno dei complementari.

Successivamente vennero pittori che iniziarono a indagare il colore e la luce, lo sanno tutti! Impressionisti e macchiaioli.
Gia' :huh: :huh: ma come?
Guarda cosa fece Monet:





Studio' molto come la CHIAVE (la vedi dove sta?? :cheer: ) sia il modo per rappresentare la luce, attraverso il colore della luce stessa.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 01/06/2020 14:29 #8985

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3081
  • Ringraziamenti ricevuti 812
  • Karma: 3
Lui e gli altri impressionisti lavorarono molto su questi temi, ma non per rappresentare semplicemente il reale, questo lo fecero su quadri di studio come quelli che ti mostro.

Il motivo di questo grande studio era un altro. Monet dipinse variazioni stagionali per anni prima di capire la direzione, basta guardare i lavori sulla cattedrale di Rouen o i covoni di fieno. Inoltre senza l'insegnamento di Boudin Monet non sarebbe riuscito a nulla etc. etc.

Allora dove sono le Chiavi?:





se l'osservazione che vi viene spontanea e' " beh tutto sommato non sono due colori chiari poi cosi' diversi", non vi preoccupate, all'inizio e' cosi'. Se il sintomo persiste......lasciate perdere la pittura e procuratevi uno strumento musicale, una bicicletta etc. :lol: :woohoo:


questo detto a benificio di chi legge ma non riferito a te Antonello o ai membri del nostro gruppo e' ovvio!
Ultima modifica: 01/06/2020 15:23 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 01/06/2020 14:39 #8986

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3081
  • Ringraziamenti ricevuti 812
  • Karma: 3
:) bene, una volta compreso come stanno in relazione i colori con la CHIAVE, si poteva iniziare ad "esprimersi" ovvero provare a immaginare relazioni, scavando nelle proprie esperienze visive.
Il colore cosi' come appare isolato e collocato in una illuminazione neutra ideale si chiama in pittura COLORE LOCALE. Questa coloritura rigida e in fondo teorica piu' che realistica fu usata per secoli, tutto cambio' nella seconda meta' dell'ottocento.
Esprimersi con il colore, e' una frase che trovi da qui in avanti citata spesso e non sempre purtroppo in maniera ortodossa. Un conto e' se si esprime un pittore un conto se ad esprimersi e' un imbianchino.....e' diverso, sempre ;)
P.s. se qualcuno vuole vedere cosa fecero gli imbianchini basta guardare un qualsiasi picasso, matisse etc.

Comunque i Pittori fecero questo:



Qui il colore locale e' quasi scomparso, una vistosa chiave che sta nel parte superiore del parasole, sulla spalla del bimbo e sulla veste a dx della signora si relaziona con colori delle ombre assolutamente irreali, se presi razionalmente.

Eppure.......

Eppure tutto si lega, cio' che si vede nell'immagine e'.....cosa e'?

Bene, per saperlo, ho distrutto la relazione fra chiave e colore. Visto che so esattamente dove si trova non e' stato difficile, osserva qui sotto:


Un pittore dell'ottocento avrebbe rappresentato probabilmente cosi' quella scena; ebbene? Beh il soggetto, rappresentato con il colore locale non e' decisamente un granche', il disegno e' assai carente e le pennellate sono grossolane, il cielo e' abbozzato e sembra non finito etc.etc.etc.
Insomma, che cavolo hai dipinto sto quadro a fare?? ;)
Se hai tempo di trovare critiche scritte dagli esperti del tempo ai quadri esposti dagli impressionisti troverai esattamente le stesse parole

ALLORA QUALE E' LA DIFFERENZA? COSA C'E' NEL QUADRO ORIGINALE CHE NELLA VERSIONE CHE HO FATTO IO MANCA? Vogliamo chiamarla felicita'? Arte? Bellezza? ogni nome vabene in fondo e nessuno e' sufficente.
Ultima modifica: 01/06/2020 15:26 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Olio 100x50 “Un’otta a sa xida” (una volta alla se 01/06/2020 14:52 #8987

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3081
  • Ringraziamenti ricevuti 812
  • Karma: 3
:) ma il tempo corre, la pittura e' piu' veloce di qualsiasi cosa, anche della luce, poiche' ha la velocita' del pensiero :woohoo:

e cosa accade?



e poi anche questo



e ancora continua:
Ultima modifica: 01/06/2020 15:05 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.


web design © 2014-2021 LonDom - all rights reserved