Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

"Il disegno "

ARGOMENTO: DISEGNO DAL VERO

DISEGNO DAL VERO 05/12/2017 00:40 #5700

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
anche se puo' sembrarvi banale questo secondo esercizio, scoprirete presto che non lo e' affatto :huh:

Quindi vi invito a disegnare con impegno, lo scopo - e' ovvio - e' verificare sperimentalmente che gli oggetti mano a mano che si allontanano appaiono sempre piu' piccoli, questo come prima cosa.

Per seconda e' facile accorgersi che il rimpicciolimento dell'oggetto e' proprorzioale al crescere della distanza.

Voi dovreste pero' avere la postazione di lavoro - se avete seguito le mie indicazioni - regolata come nella prima esperienza e dunque dovreste avere gli occhi ad una distanza di circa 3 o 4 volte la dimensione massima dell'oggetto ovvero dovreste essere a circa 0 cm o 1 metro dalla prima lattina.

Vorrei sapere, una volta completato anche iilsecondo disegno se il risultato dei vostri sforzi vi convince ovvero, in partticolare per il secondo disegno delle due lattine piu distanti, il disegno che avete fatto pensate che rappresenti in maniera soddisfacente cio' che i vostri occhivedono.

Per fare iil confronto, ponete il disegno a lato della scena che avet ritratto e con entrambi gli occhi aperti guardate semplicemente prima l'uno e poi l'altro(il reale) e esprimete un giudizio sintetico.

Grazie a tutti.
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 05/12/2017 00:41 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

DISEGNO DAL VERO 06/12/2017 01:00 #5702

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
ecco i miei due

due-3.jpg


tre-3.jpg
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

DISEGNO DAL VERO 06/12/2017 01:02 #5703

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
dopo aver fatto il secondo l'ho riguardato criticamente con iil soggetto di fronte e ho deciso di modificarlo. Qui sotto vedete come


quattro.jpg
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

DISEGNO DAL VERO 06/12/2017 12:19 #5708

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
Bene... come ultimissima osservazione sulla seconda esperienza (poi passiamo ad altro) vi propongo di:

- che mentre osservate il secondo disegno rispetto alla realta' del soggetto, vi avvicinaste ulteriormente con la sedia al tavolo, di conseguenza avvicinaste gli occhi.

Noterete facilmente come la dimensione relativa del secondo oggetto, quello piu' lontano, decresce rapidamente. Proporzionalmente l'effetto che, probabilmente, vi aveva fatto giudicare troppo piccolo il secondo oggetto, cresce. Queste osservazioni per ora le accantoniamo, ci saranno utili in seguito

IL FATTO FONDAMENTALE RESTA NATURALMENTE CHE LA DIMENSIONE APPARENTE DEGLI OGGETTI DECRECE CON LA DISTANZA DAGLI OCCHI.
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 06/12/2017 12:28 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

DISEGNO DAL VERO 06/12/2017 19:52 #5718

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
CONTINUIAMO:

La realta’ che ci circonda e’ tridimensionale, di questo siamo certi.

Non serve ricorrere alla geometria per avere questo tipo di nozione ben chiara. Da quando siamo bambini e caschiamo malamente o manchiamo la presa su un oggetto che vogliamo toccare, nasce in noi questo concetto che col tempo si precisa sempre piu’. Tuttavia non usiamo solamente gli occhi per esplorare lo spazio.

Disegnare e dipingere significa produrre un qualcosa che, guardato, ricordi il piu’ possibile una esperienza visiva. Dunque il problema sta anzitutto nel conoscere quali siano le forme che e’ possibile disegnare in grado di evocare in noi una immagine veridica.
Il mondo che si presenta ai nostri occhi puo’ essere estremamente complesso con forme solide articolate e disposte in molteplici angolazioni e scorci. Per di piu’ non sempre conosciamo a priori le dimensioni degli oggetti e dunque se vediamo oggetti che appaiono uguali non sappiamo se cio’ avviene perche’ sono effettivamente di uguali dimensioni oppure se sono diversi e semplicemente si trovano a distanze diverse dai nostri occhi etc. etc.
Dunque il mondo si mostra cosi’:


cava-di-marmo-struttura-di-pietra-estrazione-di-pietra-58738063.jpg


Con le nostre due semplici osservazioni :

1)Un oggetto di scorcio si presente normalmente diminuito in una delle sue dimensioni apparenti rispetto all’oggetto visto frontalmente

2)Un oggetto visto a distanze crescenti dai nostri occhi decresce nella sua dimensione apparente

Non andremmo certamente lontano. Pensate se fosse indispensabile sempre misurare tutto cio’ che si disegna ad esempio!
Per questo gli artisti e gli uomini di pensiero si sono da sempre sforzati di capire se potessero esistere relazioni certe e biunivoche fra la forma tridimensionale e il suo disegno nelle due dimensioni.

Quando si vuole dare una immagine per spiegare il primo di questi concetti, la prima relazione, ovvero quella delle LINEE DI FUGA quasi sempre si ricorre all’immagine delle rotaie ferroviarie.


Trepuc1.jpg

Preferisco per ricollegarmi alla visione di un mondo fatto di oggetti solidi caoticamente disposti ed irregolari della fotografia dei sassi qui sopra, pensare invece a qualcuno che pazientemente quei sassi li ha messi uno sopra l’altro fino a formare un muretto.
Di muretti a secco qui sulle isole ne abbiamo migliaia di km. Mi piace pensare che la prima materializzazione di una linea di fuga sia avvenuta da parte di questi uomini proprio guardando il proprio lavoro.

Gli allineamenti della base e della sommita’ del muretto formano due linee fra loro parallele e queste prolungate opportunamente nello spazio e viste con tutte le angolazioni diverse dalla vista frontale del muro si incontrano sempre.

Ecco qui la piu’ semplice relazione fra una forma tridimensionale ed il suo disegno.
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 07/12/2017 12:11 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

DISEGNO DAL VERO 07/12/2017 12:16 #5722

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 1851
  • Ringraziamenti ricevuti 416
  • Karma: 3
Senza dubbio qualcuno avra' presto cercato se esisteva una qualche relazione fra le linee di fuga......


Trepuc2.jpg


Ad esempio cercando di stabilire se per caso le linee di fuga relative a due muretti vicini si incontrassero nello stesso punto oppure avessero una qualche relazione geometrica prevedibile fra loro.
Purtroppo i tentativi in questo senso (ad esempio nella situazione fotografata qui sopra) non diedero per lungo tempo alcun risultato.
Ma nel frattempo i pittori come si arrangiavano a fare il proprio lavoro?
Sappiamo che comunque se la cavavano davvero bene. :)


lascaux_01.jpg

Ne convenite?
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 07/12/2017 12:24 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Anna, robjnia


web design © 2014-2017 LonDom - all rights reserved