Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

Pittura ad Olio

ARGOMENTO: ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 02/06/2018 13:08 #6710

  • Antonello Argiolas
  • Avatar di Antonello Argiolas
  • OFFLINE
  • Premium Member
  • Messaggi: 146
  • Ringraziamenti ricevuti 13
  • Karma: 0
:) ok.
Questo che vedi in foto è il prodotto che usai.... malamente.
Lo conosci ?
Eventualmente potrei utilizzarlo su una faccia del compensato e se non dovesse rilevarsi idoneo cambiare eventualmente prodotto sull’altra faccia. Cosa dici Alessandro ?
FEFAE0D7-5A2B-45DF-B548-EA00756C819B.jpeg


78BA73ED-4089-4BF0-A11F-D9E4BD4ABA63.jpeg
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 02/06/2018 14:32 #6711

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 2220
  • Ringraziamenti ricevuti 557
  • Karma: 3
:) si prova.

Se e' cosi' denso da sconsigliare l'uso del pennello, allora aggiungi acqua.
Pero' devi emulsionare, con un agitatore meccanico. La consistenza finale deve essere quella che un buon imbianchino da' alla sua pittura per fare la seconda mano......
Meglio piu' fluida che piu' densa A PATTO DI AVER EMULSIONATO A FONDO

Il fondo acrilico a gesso e' composto da resina con una grossa quantita' di gesso da doratori (alcuni aggiungono un pigmento bianco) e poca acqua. Evaporando l'acqua, per coalescenza la resina polimerizza "intrappolando" le particelle di gesso. Le tre componenti debbono essere pero' finemente mescolate fra loro per far si che il risultato sia un film omogeneo. Se non lo e' nascono imperfezioni e crepe. L'altro fattore importante e' lo spssore di stesura, spessore che dipende dalla quantita' di acqua. Se e' giusta lo spessore sara' esiguo, se e' poca lo spessore sara' maggiore e la probabilita' che vi siano fenomeni fisici che determini tensioni nel film sono maggiori.
Dare una base acrilica a gesso e' piu' difficile che dare una mano di bianco acrilico. Il motivo e' che di pigmento di titanio nel bianco ne entra assi di meno rispetto al gesso.
Un criterio indicativo per la fluidita' del composto e' quello di non aspettarsi una buona copertura del legno con la prima mano. La primamano lascera' trasparire vistosamente il legno.
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 02/06/2018 14:35 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 02/06/2018 14:58 #6712

  • antoon
  • Avatar di antoon
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 533
  • Ringraziamenti ricevuti 66
  • Karma: 0
Secondo te Maestro, per avere un risultato più sicuro , è preferibile incollare una tela sulla tavola e poi seguire tutto il trattamento con gesso acrilico?

Quando dipinsi i 2 satiri, usai questo sistema e la resa fu soddisfacente ( il gesso acrilico lo diedi con una americana, che è una spatola grande che si usa per rasare i muri), mentre sul retro della tavola , dove non applicai la tela, il gesso acrilico ( dato a pennello) si era dilatato generando delle crepe abbastanza vistose. Il gesso acrilico lo diedi sul retro perché la tavola mi si stava imbarcando .
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 10/06/2018 17:49 #6767

  • Antonello Argiolas
  • Avatar di Antonello Argiolas
  • OFFLINE
  • Premium Member
  • Messaggi: 146
  • Ringraziamenti ricevuti 13
  • Karma: 0
:) oggi mi sono procurato il compensato per il pifferaio. In attesa di fare la preparazione sto realizzando questo dipinto di “Marina” alla prima in varie sessioni. Trattasi di Marina Piccola, porticciolo Cagliaritano. Copiato da una mia foto. grazie anticipatamente per le critiche costruttive.
12741E8C-C933-43F1-BC02-5A8D0D72DD40.jpeg
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 11/06/2018 08:49 #6770

  • anna
  • Avatar di anna
  • OFFLINE
  • Administrator
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 47
  • Karma: 1
:cheer: : Promette bene, sei molto portato per i paesaggi :cheer:
"La pittura è come la vita ci saranno tele strappate, buttate, altre recuperate come i momenti della vita, ma ce ne saranno altre indimenticabili come tanti attimi della nostra vita."
Anna Fabiani
Ultima modifica: 11/06/2018 08:50 da anna.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

ANTONELLO A. .........in cammino verso l'olio 24/06/2018 22:26 #6781

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • OFFLINE
  • Platinum Member
  • Messaggi: 2220
  • Ringraziamenti ricevuti 557
  • Karma: 3
:) vedo ora scusa Antonello.

I colori sono molto ben dosati, hai certamente buon istinto per il paesaggio.

Le osservazioni che faccio riguardano la composizione.

Una cosa e' una foto, un'altra un quadro, almeno se il quadro vuole essere una rappresentazione di cio' che i nostri occhi vedono.
Tu qui hai tenuto l'asse della fotocamera inclinato verso il basso, probabilmente perche' in questo modo a scena entrava meglio nel fotogramma.
Pero' i nostri occhi non vedono cio' che la macchina registra! Noi componiamo nell'occhio piu' immagini distinte su un campo di visione che e' piu' ampio del piu' ampio grandangolare e a quel punto la prospettiva e' molto diversa.

Sappiamo che la restituzione prospettica degli occhi si avvicina a quella lineare tenendo l'asse di visione orizzontale.....piu' o meno, pero' su un campo visuale molto ampio, gli "errori" o distorsioni prospettiche vengono automaticamente ripartite sulle altezze degli oggetti.

Ecco dunque perche' quella banchina che hai disegnato, ai miei occhi e' storta, cosi' come storte sono la prua e la poppa a dx.. Certamente rispetto alla fotografia sara' coerente e giusta...... ;)
antonello_10.jpg



Qui sotto vedi uno schema.

Un modo per procedere sul paesaggio e' quello di fare uno schizzo dal vero a matita fissando come la scena realmente appare ai tuoi occhi e poi prendere varie fotografie con varie angolazioni, ma dallo stesso punto per poter aggiungere i particolari i colori etc. al quadro, una volta che si e' in studio.
Artista mancato

"Ecce res magna, habere imbecillitatem hominis, securitatem dei." Seneca
Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
Ultima modifica: 24/06/2018 22:35 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: lello


web design © 2014-2018 LonDom - all rights reserved