× Pittura ad Olio

Il Chiaro scuro nella pittura

19/04/2015 11:48 #392 da anna
Il Chiaro scuro nella pittura è stato creato da anna
In questi giorni sono ossessionata, termine esatto, dal chiaro scuro nella pittura e come rendere effetti soffusi ed i passaggi che si possano avvicinare alla realtà ma anche alla fantasia. Forse è semplice ma nella pittura niente è semplice ed allora mi sono andata a cercare come studio i dipinti del Vermeer, uno in particolare in cui la luce e le ombre sono così belle, ma soprattutto in una fusione da incanto. Il dipinto in questione è questo

upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2...ogle_Art_Project.jpg

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate :cheer:

"La pittura è come la vita ci saranno tele strappate, buttate, altre recuperate come i momenti della vita, ma ce ne saranno altre indimenticabili come tanti attimi della nostra vita."
Anna Fabiani

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

19/04/2015 12:12 #394 da Molinari.Alessandro
EEEEEHHHH (sogghigna maleficamente), mi pare di averlo davanti. Non il dipinto pero' ma il pittore, Vermeer insomma.

Apritelo in google art project, li' si puo' ingrandirlo molto e poi vai a vedere come sono fatti tutti i passaggi tonali. Tieni poi presente quanto e' grande (ovvero piccolo) il dipinto.

Comunque virtuosismo di pennello a parte, per te che sei interessata al puntinismo dovrebbe essere un'esperienza interessante.

Poi puoi passare ad un altro personaggio......Doménikos Theotokópoulos. Qui in Spagna era troppo difficile da pronunciare quel nome cosi' lo chiamarono pragmaticamente El Greco. Ma il viaggio potrebbe essere lungo e non essere necessariamente a ritroso nel tempo.

Écrasez l'Infâme

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

19/04/2015 18:15 #402 da Piero
Risposta da Piero al topic Il Chiaro scuro nella pittura
E' la famosa "Lattaia" che in un batter d' occhio ci proietta nel '600 . Nella rappresentazione di un gesto semplice e quotidiano, mi sembra che si introduca nella stanza non solo la luce, ma quei rumori tipici dell' epoca: il vociare di mercanti e il lento scalpitio di animali da lavoro. Quel filo di latte, durato nella realtà pochi secondi, ha raggiunto l' eternità insinuatosi nella memoria di ogni spettatore di questa opera affascinante.
Circa due anni fa alle Scuderie del Quirinale fu allestita una mostra di questo pittore che propose la stradina di Delft, molto interessante. In quella occasione l' ammirazione fu così immediata che mi proposi di copiare qualche suo quadro.
Rifuggendo la ragazza dall' orecchino di perla trattata da tanti artisti e registi, decisi di occuparmi della fanciulla con cappello rosso, facendone una copia molto più grande dell' originale, nell' illusorio tentativo di cogliere i medesimi bagliori di luce e la forte vibrazione del rosso del cappello e dei verdi ambientali.
Grandissimo pittore che fece della luce un nuovo colore in una tavolozza senza tempo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

19/04/2015 18:38 #403 da Molinari.Alessandro
eccoli qua i puntini. Questi elementi si mescolano otticamente nell'occhio dell'osservatore in quanto non sono visibili alla distanza normale di visione del dipinto

Écrasez l'Infâme
Allegati:
Ringraziano per il messaggio: anna

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

20/04/2015 06:53 #408 da anna
Risposta da anna al topic Il Chiaro scuro nella pittura
Grazie Piero e grazie Alessandro ho visto i famosi puntini ed in effetti nel complesso danno qualcosa in più. C'è un altra teoria che m'incuriosisce e che mi piacerebbe comprendere sarebbe l'illuminazione alla Rembrandt che usava nei ritratti e che per sommi capi consiste nel creare un triangolo luminoso nella parte più scura del viso del soggetto. So che sei, Alessandro, un appassionato della pittura dell'artista e nel vecchio forum avevi inserito le immagine fatte da te alla mostra di Rembrandt per cui mi puoi aiutare a capire. Ma il bianco di Vermeer come è fatto secondo voi? Intendo la composizione del colore sembrerebbe gessosa. :silly:

"La pittura è come la vita ci saranno tele strappate, buttate, altre recuperate come i momenti della vita, ma ce ne saranno altre indimenticabili come tanti attimi della nostra vita."
Anna Fabiani

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

20/04/2015 15:12 #418 da Molinari.Alessandro
Il bianco di Vermeer, comune a tutti i pittori fino all'inizio 900 e' quello di piompo. Ovvero Carbonato basico di piombo. Quel pigmento oggi non piu' disponibile (quasi :) ) per la sua tossicita' e' il responsabile di quell'aspetto che tu chiami gessoso ed e' invece chiamato appunto biaccoso dal nome "biacca" del pigmento stesso.

Per la prima questione hai MP guarda quel manualetto e' interessante, anche se non approfondito e parla proprio dell'illuminazione del viso "alla Rembrandt"

Écrasez l'Infâme
Ringraziano per il messaggio: anna

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.