Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

Salotto
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: La tomba dei 300

La tomba dei 300 24/05/2020 16:26 #8950

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3114
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 3
:) le navi a vele quadre vanno con la vela solamente nel letto del vento con un angolo di poche decine di gradi da esso, quindi dalla poppa (0 gradi) al lasco fino al quasi traverso (90 gradi).
Per angoli maggiori queste navi "scarrocciano visivamente ovvero con una certa prua in realta' si muovono scadendo da questa prua verso la direzione del vento. Se c'e' una corrente nel letto del vento o peggio a 90 gradi da esso, lo scarroccio e' ancora maggiore e in pratica non si riesce a progredire. Anche abbassando le vele e usando i remi, in quel caso la fatica di procedere e' enorme. In quei casi (corrente contraria e poco vento) si usava la navigazion costiera perche' permetteva di ancorare sottocosta durante la notte o in caso di temporale a vento contrario in modo da non sfinire i rematori; diversamente in alto mare se i rematori si fermano correnti e venti contrari possono riportare al punto di partenza la nave o disperderla lungo rotte non volute.
Navi con chiglie profonde e linee d'acqua (forma degli scafi) moderne con zavorra interna possono navigare al traverso (a 90 gradi) o di bolina larga dal vento, anche con attrezzature a vela quadra, scarrocciando abbastanza poco (La navi dell'era del bronzo erano spesso a fondo piatto.... senza zavorra se non il carico). Questi velieri sono quelli dell'era moderna da le caravelle di Colombo a quelli inglesi transoceanici del diciannovesimo secolo.
Attrezzature veliche a sloop, ovvero contemporanee, con chiglie profonde e zavorra esterna possono andare contro vento con angoli molto vicini al letto del vento. Queste barche hanno vele triangolari.

Queste sono le ragioni che hanno modellato le rotte mediterranee a vela. Queste e naturalmente le correnti del nostro mare interno che hanno una circolazione generale e varianti stagionali etc. etc. l'argomento non e' semplice, soprattutto se non si prova praticamente a navigare, poiche' la teoria e' una cosa la pratica un altra.
In generale la navigazione mediterranea a vela e' il tipo di navigazione piu' difficile al mondo, a causa della variabilita' di condizioni e degli improvvisi cambi delle condizioni.

Famosi navigatori moderni hanno confermato che la navigazione nel golfo del Leone, fino alle coste di Minorca e' una delle navigazioni piu' pericolose al mondo, molto di piu' ad esempio che il doppiaggio di capo Horn.

Quindi queste osservazioni vanno prese in senso pratico. Non e' che non sipossa andare dalla sardegna alle baleari, solo e' meno facile e/o si deve attendere condizioni di vento e corrente che si verificano piu' raramente e magari si impiega anche molto tempo nel viaggio.
Ultima modifica: 24/05/2020 16:37 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: anna

La tomba dei 300 24/05/2020 16:54 #8951

  • Antonello Argiolas
  • Avatar di Antonello Argiolas
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 562
  • Ringraziamenti ricevuti 47
  • Karma: 0
:) Grazie per la spiegazione. Non ho conoscenze sulla navigazione a vela. Però un po’ ti ho capito. Sai perché ?
Quando ero ragazzotto feci compagnia a un mio amico che era stato obbligato dal padre ad accompagnarlo in un’uscita in barca a vela. Al rientro si stappó il fiocco. Continuammo ripetutamente a fare delle grandi diagonali trasversali per rientrare ma imbroccare con l’ultima diagonale la porta di ingresso al porticciolo si rilevó presto una probabilità tipo fare un 13 al totocalcio. Fortunatamente passó un gommone è facemmo rientro al porticciolo rimorchiati con grandi risate da parte mia e del mio amico nel leggere nella faccia mesta di suo padre la caduta del mito del grande navigatore. :) :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La tomba dei 300 24/05/2020 22:47 #8952

  • Molinari.Alessandro
  • Avatar di Molinari.Alessandro
  • Offline
  • Platinum Member
  • Messaggi: 3114
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 3
Antonello Argiolas ha scritto:
Per quanto riguarda quel monumento megalitico a forma di T è la prima volta che ne vedo uno così fatto. Non mi risulta in Sardegna niente di simile.

No in effetti non conosco nemmeno io uguali. Sono comunque strutture tarde, nell'era del bronzo piu' recente. Stavano al centro di recinti con capanne. Le ipotesi sono varie dalla funzione religiosa a quella di sostegno di strutture in legno che ovviamente non sisono conservate. Sono alte 5 metri ed il peso del cappello e' di diverse tonnellate, quindi la fatica per costruirle fu notevole, quindi dovevano essere importanti.
Taula, nel linguaggio moderno (menorqui') significa ovviamente tavola.
Una recente ipotesi archeologica vorrebbe riconoscere nella taula una influenza punica. I grandi navigatori furono certamente nell'isola, il toponimo Mahon della principale citta e porto dell'isola dovrebbe derivare dal navigatore Magone.

Cio' che e' curioso e' che i romani fondarono una citta scegliendo un porto naturale a Sanitya, vicino a casa mia sulla costa nord, strano avendo a disposizione mahon con un porto naturale spettacolare e comodissimo per ogni nave. Questo porto di sanitya o sansicera si interro' in epoca antica e la citta' fu di conseguenza completamente abbandonata, cosa assai strana per le citta romane.

La citta fu scavata solo di recente negli anni 80 da un pensionato italiano archeologo hobbista che ottenne il permesso di scavare, poiche' nessuno dava credito al fatto che vi fosse una citta' :lol:

Il quadro a china con la barchetta che galleggia in acqua tranquilla e' proprio il porto di sansicera, ridotto ormai a rifugio per barchini piccoli poiche' il pescaggio non supera il metro.
Ultima modifica: 24/05/2020 23:02 da Molinari.Alessandro.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3


web design © 2014-2021 LonDom - all rights reserved